tl_files/images/Logo_Minergie/minergie-eco.png tl_files/images/Logo_Minergie/minergie-eco.png tl_files/images/Logo_Minergie/minergie-eco.png
     

I concetti più importanti in breve

La procedura Minergie-Eco è stata sviluppata sulla base dell’ormai collaudata cooperazione tra l’Associazione Minergie ed eco-bau®. Al giorno d’oggi, le nuove costruzioni non sono più le uniche a poter essere certificate Minergie-Eco: possono ugualmente beneficiarne anche gli edifici ammodernati. Sulla base di comprovati strumenti di pianificazione, Minergie-Eco offre non solo la possibilità di concepire e ottimizzare un edificio sostenibile, ma garantisce ugualmente un processo di certificazione semplice e senza intoppi.

La nuova procedura di certificazione Minergie-Eco si applica agli immobili amministrativi, agli edifici scolastici e alle abitazioni. Nel caso di abitazioni di piccole dimensioni, con una superficie di riferimento energetico inferiore ai 500 m2, è possibile utilizzare ancora la precedente procedura semplificata.


I vantaggi

Minergie-Eco da un valore aggiunto ai proprietari, ai progettisti e agli utilizzatori:

  • Migliore qualità abitativa e di lavoro grazie all’illuminazione naturale ottimizzata, a spazi interni privi di sostanze inquinanti e ad un basso carico a livello di radiazioni
  • Conservazione ottimale del valore dell’edificio grazie a una grande flessibilità d’utilizzo e in caso di successivi cambiamenti di destinazione
  • Limitato impatto ambientale e preservazione delle risorse per tutto il ciclo di vita dell’edificio
  • Valutazione delle qualità ecologiche e igieniche dell’edificio tramite un metodo di verifica efficace
  • Sicurezza elevata attraverso controlli della qualità durante il processo di certificazione
  • Numerosi istituti finanziari accordano ipoteche a condizioni agevolate per gli edifici certificati («eco crediti»)

Le principali novità della versione 2011

  • Possibilità di certificazione per gli ammodernamenti
  • Valutazione più precisa grazie a un calcolo dell’impatto ambientale che computa l’energia grigia, conformemente al quaderno tecnico SIA 2032 «Energia grigia negli edifici»
  • Considerevole riduzione dei cataloghi di requisiti
  • Migliore assistenza agli specialisti dell’edilizia nell’applicazione dei requisiti
  • Sistema di valutazione trasparente e presentazione più semplice dei risultati

I criteri

L’applicazione dei criteri avviene in due tappe. Numerose specifiche dell’edificio sono fissate ancora prima della fine della fase di progettazione; è per questo che il catalogo dei requisiti si limita alla fase di pre-progettazione e progettazione. Le caratteristiche non ancora definite possono essere espresse in una dichiarazione d’intenti. Durante la seconda tappa, l’applicazione dei requisiti che devono essere soddisfatti deve essere documentata nei capitolati d’appalto e sul cantiere. Le relative esigenze, la loro effettiva applicazione e la documentazione necessaria alla certificazione sono raggruppate in una lista di controllo che facilita considerevolmente il compito dei professionisti del settore edile.

L’integrazione precoce di Minergie-Eco nel processo di progettazione permette losfruttamento del potenziale di ottimizzazionegià a livello di concetto. Allo stessotempo Minergie-Eco fornisce delle prezioseindicazioni che permettono di attuarecon successo il progetto, sino al suocompletamento. I richiedenti sono responsabili della conformità ai requisiti di Minergie-Eco, come puredelle procedure di valutazione basate su autodichiarazioni.

 

Salute
Per quanto concerne salute e benessere i requisiti di Minergie-Eco sono definiti in base ai tre criteri seguenti:

  • Illuminazione naturale: l’illuminazione naturale stimola gli esseri umani, ne sincronizza «l’orologio biologico» e determina un miglior benessere. È per questi motivi che gli edifici Minergie-Eco devono beneficiare di una grande quantità di illuminazione naturale.
  • Isolamento fonico:il rumore pregiudica il risposo e il sonno, riduce le prestazioni fisiche ed intellettuali e, a seconda dell’intensità, disturba la comunicazione verbale. Interventi di protezione dall’inquinamento fonico riducono l’impatto del rumore proveniente dall’esterno o da altre unità d’utilizzo.
  • Aria interna: le persone passano la maggior parte del tempo all’interno degli edifici.Per questo motivo la qualità dell’aria indoor è fondamentale per la loro salute. Questo obiettivo è raggiunto da Minergie- Eco riducendo al minimo le emissioni di sostanze inquinanti provenienti dai materiali da costruzione e limitando le radiazioni ionizzanti (gas Radon) e non ionizzanti (elettrosmog).

 

Ecologia dell’edificio
I criteri relativi all’ecologia della costruzione considerano gli effetti nefasti per l’ambiente causati dall’estrazione di materie prime, dalla produzione, alla trasformazione, alla demolizione o smaltimento dei materiali e sistemi utilizzati nella costruzione.

 

L’energia grigia

L'energia grigia é un indicatore importante del carico ambientale dell’insieme dell’edificio. Gli elementi costruttivi esterni utilizzati per il bilancio energetico secondo la norma SIA 380/1 costituiscono la base di questa valutazione. Anche per gli elementi costruttivi interni, devono essere presi in considerazione tramite una procedura speciale che permette di determinare facilmente l’energia grigia.

 

Materiali e processo di costruzione

Alcune proprietà dei materiali, per esempio l’utilizzo di materiali riciclati o di prodotti certificati, non possono essere rappresentate nel concetto di energia grigia e vengono quindi valutati per mezzo di un catalogo di requisiti.

Concetto dell'edificio: allo stesso modo, diverse proprietà dell’edificio, come la flessibilità d’utilizzo, l’intercambiabilità o gli accorgimenti per la protezione dagli agenti atmosferici degli elementi costruttivi, vengono valutati per mezzo di un catalogo di requisiti.

I criteri di esclusione

Grazie al suo sistema di valutazione flessibile, Minergie-Eco lascia al richiedente ampia scelta sulle misure da adottare per realizzare una costruzione sana ed ecologica. Tuttavia, per garantire uno standard qualitativo minimo, sono stati definiti dei criteri di esclusione i quali devono essere obbligatoriamente rispettati (vedi tabella).


Le basi della progettazione

Minergie-Eco si appoggia su basi e su strumenti collaudati.


Il metodo di valutazione

Il metodo di valutazione si basa sui principi seguenti: ogni condizione soddisfatta permette di ottenere dei punti, il totale dei quali è comparato al massimo dei punti ottenibili. L’importanza, o meno, di una condizione per l’oggetto specifico viene tenuta in considerazione. Una condizione è rispettata se viene applicata almeno nell’80 % dei casi. I criteri di esclusione devono invece essere rispettati nel 100 % dei casi. Questo permette di trattare i requisiti in modo flessibile e pragmatico. I criteri relativi all’illuminazione naturale e all’energia grigia dell’edificio non sono valutati sulla base di condizioni da soddisfare, bensì tramite dei risultati calcolati.

La valutazione si effettua, come rappresentato nella figura sottostante, tramite l’assegnazione degli effettivi valori di progetto a una delle seguenti tre categorie: «insufficiente» (rosso), «sufficiente» (giallo), «molto buono» (verde). Queste categorie sono delimitate dal valore di soglia1 (S1) e dal valore di soglia 2 (S2).

La valutazione globale avviene poi tramite un semplice sistema a «semafori». Il raggruppamento dei risultati è soggetto ad una logica predeterminata. Per ottenere un risultato sufficiente, sono ammessi unicamente risultati «gialli» e «verdi»; un risultato «rosso» comporta un’esclusione diretta.


Gli strumenti di progettazione

Minergie-Eco mette a disposizione sul sito web www.minergie.ch gli strumenti essenziali per uno svolgimento corretto del progetto. Nello strumento di verifica elettronico sono raccolte tutte le informazioni relative al progetto. L’analisi dei dati mostra in un colpo d’occhio se la certificazione è possibile e per quali criteri vi è margine di miglioramento. La qualità dell’illuminazione naturale nei locali viene misurata e valutata per mezzo del tool per il calcolo dell’illuminazione naturale. L’energia grigia può essere calcolata in maniera rapida e semplice grazie al catalogo elettronico degli elementi costruttivi. Inoltre, sono stati sviluppati differenti programmi che permettono non solo di effettuare calcoli energetici ma anche di effettuare una certificazione secondo i criteri Minergie-Eco, permettendo pertanto una valutazione completa ed integrata dell’energia d’esercizio e dell’energia grigia.

 

Minergie-Eco si basa sui contenuti degli strumenti di pianificazione dell’associazione eco-bau e di altre organizzazioni specializzate. Lo standard richiede requisiti differenti a dipendenza delle fasi: studio preliminare/progettazione e offerta/ realizzazione.

 

I quaderni tecnici Eco-CCC sulla costruzione ecologica permettono di semplificare le decisioni che concernono la scelta dei materiali che deve essere effettuata nel corso della fase di progettazione e di stesura del capitolato d’appalto/bando di concorso. Sono a disposizione 24 quaderni tecnici, classificati secondo le categorie del CCC.

 

Gli Eco-DEVIS sono un complemento ai programmi di descrizione delle opere del CPN (catalogo delle posizioni normalizzate del CRB). Senza sforzi supplementari è possibile allestire dei bandi di concorso delle singole prestazioni che permettono di meglio rispettare l’ambiente.

 

Clima interno – il tema della pubblicazione «Innenraumklima – Wege zu gesunden Bauten» è l’assenza totale di inquinanti negli spazi abitativi e di lavoro. A titolo di esempio sono presentate misure pianificatorie e costruttive atte a minimizzare i rischi. I quaderni tecnici e le liste di controllo sono disponibili sul sito internet di eco-bau.

 

Norme e quaderni tecnici SIA: si fa riferimento in particolare alle norme SIA 181 «La protezione del rumore nelle costruzioni edilizie», SIA 380/4 «L’energia elettrica negli edifici» e SIA 382/1 «Impianti di aerazione e climatizzazione – generalità e prestazioni richieste». Per il calcolo dell’energia grigia fa riferimento il quaderno tecnico SIA 2032 «L’energia grigia negli edifici».

 

Per ulteriori informazioni riguardo agli strumenti di pianificazione: www.eco-bau.ch e www.sia.ch.

Il percorso verso il certificato MINERGIE-ECO

Per ottenere una certificazione Minergie- Eco è necessario soddisfare le esigenze di Minergie, Minergie-P o Minergie-A. Quindi, il richiedente consegna i documenti necessari al centro di certificazione Minergie competente, il quale trasmette la parte Eco del dossier al centro di certificazione La certificazione degli edifici Minergie- Eco, analogamente a quella di Minergie, si effettua in due fasi: il certificato provvisorio è rilasciato dopo la verifica dei documenti di progetto consegnati. La richiesta di certificazione definitiva deve essere effettuata prima del termine dei lavori di costruzione. Il centro di certificazione verifica il dossier e, nel caso i requisiti di Minergie-Eco sono soddisfatti, rilascia la certificazione.

 

Il controllo della qualità da parte del centro di certificazione Minergie-Eco si basa sulla verifica tecnica del dossier di domanda di attribuzione del marchio, su controlli effettuati in cantiere così come su misurazioni dell’aria indoor. Ciò permette di ottenere un’elevata garanzia d implementazione.


Emolumenti

Emolumenti ordinari per l'uso del marchio Minergie/ Minergie-Eco / Minergie-P / Minergie-P-Eco/ MINERGIE-A / Minergie-A-Eco: la richiesta di certificazione comporta un costo. L’emolumento è applicato assieme al rilascio del certificato provvisorio. Indicazioni dettagliate sono da reperire nei regolamenti. 

 

 

  Utilizzo unico AE: Utilizzo multiplo AE:
Certificato Categoria di edificio
≤ 500m2

> 500 m2

≤ 2000 m2

> 2000 m2

≤ 5000 m2

> 5000 m2 ≤ 2000 m2 > 2000 m2

MINERGIE 

I e II Fr. 900.- Fr. 1'300.- Fr. 2'900.- Fr. 8'500.- Fr. 2'900.- Fr. 8'500.-
da III a XII Fr. 1’100.- Fr. 1'600.- Fr. 3'500.- Fr. 10'000.- Fr. 3'500.- Fr. 10'000.-

MINERGIE-P

I e II Fr. 2'300.- Fr. 2'500.- Fr. 4'800.-

da Fr. 8'500.-

Fr. 3'500.-

da Fr. 8'500.-

da III a XI Fr. 2’500.- Fr. 2'700.- Fr. 5'400.- da Fr. 10'000.- Fr. 3'900.- da Fr. 10'000.-

MINERGIE-A

 

I e II  Fr. 2'900.- Fr. 2'900.- Fr. 5'200.- da Fr. 9'000.-  

 

III e VI
su richiesta su richiesta su richiesta su richiesta  

 

MINERGIE-ECO
Supplemento
I e II Fr. 2'300.-* Fr. 6'000.-* Fr. 9'100.-* da Fr. 9'100.-* Fr. 9'100.-* da Fr. 9'100.-*
da III a XI Fr. 6'000.-* Fr. 6'000.-* Fr. 9'100.-* da Fr. 9'100.-* Fr. 9'100.-* da Fr. 9'100.-*

 

 

* Sono esclusi i costi per la misurazione della qualità dell’aria interna. Si tratta di circa Fr. 400- che vengono fatturati separatamente.

Emolumenti IVA esclusa e senza considerare i costi per la misurazione dell’ermeticità all’aria.

Categorie I e II: edifici abitativi (mono e plurifamiliari)
Categorie da III a XI: edifici non abitativi (amministrativi, scuole, negozi,...)
Categoria XII: piscine coperte (non possono essere certificate MINERGIE-P e MINERGIE-A)
Gli emolumenti per gli edifici a utilizzo misto, ad es. uso abitativo e amministrativo, corrispondono a quelli per le categorie da III a XII.
Case gemelle: Fr. 800.- (MINERGIE), Fr. 1'750.- (MINERGIE-P)
Utilizzo multiplo senza verifica: Fr. 500.- (MINERGIE), Fr. 500.- (MINERGIE-P), Fr. 500.- (MINERGIE-ECO)


 

Gli emolumenti (115 Kb) 04.01.2012

 

 

Utilizzo unico:
Un edificio costruito una sola volta riceve il marchio MINERGIEper utilizzo unico.

Utilizzo multiplo:
Un edificio che viene costruito più volte (per es. casa tipo, casa sistema o un edificio unico ma ripetuto più volte nell’edificazione di un quartiere) riceve il marchio per l’utilizzo multiplo. La definizione di casa tipo o sistema e l’applicazione dell’utilizzo multiplo sono descritte in dettaglio nella Guida all’uso.