Come può tenere conto degli aspetti ecologici?

Se lei isola il suo edificio, il fabbisogno di energia diminuisce e con esso le emissioni di gas serra. Quanto è importante l’effetto sull’ambiente dipende dal sistema di riscaldamento dell’edificio. L’effetto inoltre si attenua con il crescere dello spessore isolante. 

Nello stesso tempo anche la produzione e lo smaltimento dei diversi materiali termoisolanti comporta un carico ambientale più o meno esteso. Isolare in modo massiccio non è quindi sistematicamente positivo poiché tanto più utilizziamo materiale termoisolante è tanto più abbiamo un carico ambientale. 

Lo spessore ottimale dell’isolante termico tiene conto di entrambi gli effetti, sotto i diversi punti di vista ambientali:

Consumo minimo di energia
Quando l'edificio viene isolato termicamente in modo ottimale, allora si minimizza tutto il fabbisogno globale di energia: quindi non soltanto l'energia d'esercizio per il riscaldamento, ma anche l'energia grigia (energia non rinnovabile necessaria alla fabbricazione e allo smaltimento dei materiali di costruzione).

Un basso carico ambientale totale
Se lei adotta questa preferenza per la valutazione dello spessore ottimale, ottiene la maggiore riduzione complessiva del carico ambientale come pure del consumo di risorse. Per il calcolo vengono osservati tutti i fattori ambientali che sono in relazione con l'isolamento termico e il riscaldamento. Gli specialisti soppesano i diversi effetti sull'ambiente dovuti alle emissioni di sostanze nocive, andando dal rumore fino all'estrazione delle materie prime, fornendo così come output un punteggio del carico ambientale (UBP). Accanto a questo vengono anche considerati gli obiettivi di politica ambientale.

Il calcolo si svolge secondo il Metodo della scarsità ecologica.