La casa Minergie-A

(Esempio ammodernare, abitare)

Minergie-A nel dettaglio

L’edificio a bilancio energetico positivo

Lo standard di costruzione Minergie-A esiste dal 2011 ed è il più recente tra gli standard Minergie. Con il 2017 sono stati conseguentemente maggiorati i requisiti, compiendo così ulteriori passi a livello di innovazione. 

Un edificio Minergie-A, indipendentemente dal fatto che la costruzione sia nuova o ammodernata, ha un bilancio energetico positivo. Ciò significa che nella valutazione annuale il consumo per il riscaldamento dei locali, la produzione di acqua calda, il ricambio dell’aria controllato, tutti gli apparecchi elettrici e l’illuminazione sono coperti da energie rinnovabili prodotte autonomamente. Della produzione propria di energia elettrica fotovoltaica è possibile computare totalmente l’autoconsumo e parte dell’energia immessa in rete.

Elevata libertà progettuale

Per edifici residenziali nuovi Minergie-A l’indice Minergie deve essere inferiore a 35 kWh/m2 all'anno (energia finale ponderata). In ciò non esistono praticamente limiti alla libertà progettuale per Minergie-A. Per rispettare l’indice Minergie può essere massimizzata la produzione propria di elettricità (ad esempio in facciata), previsto un grande accumulatore, regolati i consumatori (gestione dei carichi), ottimizzato l’involucro edilizio o ridotto al minimo il consumo di elettricità. 

Nel caso di ammodernamenti in Minergie-A il ricambio dell’aria controllato è obbligatorio. In aggiunta viene testata per ogni edificio Minergie-A l’ermeticità all’aria dell’involucro e in caso di interventi significativi sull’impiantistica, è obbligatorio un monitoraggio energetico per tutte le tipologie e metrature di edificio. 

Minergie-A è abbinabile ai prodotti complementari ECO e SQM esercizio.

Informazioni dettagliate sullo standard edilizio Minergie-A si trovano nella sezione Certificare.