Ampio consenso per gli standard Minergie 2017 all’Assemblea generale Minergie 2016 

In occasione della 18. Assemblea generale ordinaria dell'Associazione Minergie del 16 giugno 2016 a Friborgo, il Presidente Heinz Tännler ha passato in rassegna un anno 2015 molto intenso. Sono stati ufficialmente congedati il vicepresidente Ruedi Kriesi, il membro di comitato Martin Hoffmann e l'allora Direttore Christian Röthenmund. Durante il suo discorso di ringraziamento, il Presidente ha evidenziato in particolare i grandi meriti di Ruedi Kriesi, che ha plasmato l'Associazione Minergie già a partire dalla sua costituzione. È stato eletto quale nuovo membro di comitato Franz Sprecher, responsabile dell'Ufficio dell'energia e la tecnica impiantistica presso il Dipartimento delle costruzioni della Città di Zurigo, mentre è stato nominato vicepresidente Hansruedi Kunz, responsabile della Sezione dell'energia del Dipartimento rifiuti, acqua, energia e aria AWEL presso la Direzione delle costruzioni del Canton Zurigo.

Riorganizzazione e adeguamento degli statuti
La strategia approvata dal Comitato a fine 2015 richiede una riorganizzazione e di conseguenza un adeguamento degli statuti. L'assemblea dei soci ha approvato la 6a revisione parziale con un'astensione. Il Direttore costituirà quindi, in una posizione geograficamente centrale, un team composto da cinque fino a dieci collaboratori.

Nuovi prodotti e revisione degli standard per gli edifici
Con il SQM (Sistema Qualità Minergie), Minergie offre un nuovo prodotto per la garanzia della qualità nella fase di costruzione, mentre con il SQM esercizio un servizio per l'ottimizzazione di edifici esistenti. L'ammodernamento con soluzioni di sistema Minergie permette un rinnovo totale di un edificio in maniera semplificata, ma comunque ben concepita e realizzabile a tappe. Così facendo le novità Minergie vanno a coprire tutte le fasi di un edificio, a partire dalla progettazione, passando dalla realizzazione e giungendo all'esercizio. Inoltre verranno rivisti sostanzialmente gli standard per gli edifici Minergie, Minergie-P e Minergie-A. Con l'attuale elevato livello di efficienza dell'involucro dell'edificio, il focus si sposta dall'energia necessaria al riscaldamento all'acqua calda sanitaria, l'illuminazione e gli apparecchi; in altre parole sull'elettricità. Alla luce di ciò in futuro verrà tenuto in considerazione un bilancio globale, comprensivo dell'elettricità per l'illuminazione e gli apparecchi. In aggiunta dal 2017 tutti gli edifici Minergie dovranno essere parzialmente o totalmente (Minergie-A) provvisti di una produzione autonoma di energia. La produzione propria di energia verrà abbinata a misure che incentiveranno la massimizzazione dell'autoconsumo.

In futuro senza più energie fossili
Per tutti gli edifici Minergie inoltre sarà richiesto un semplice sistema di monitoraggio. I dati di consumo così raccolti serviranno quale sensibilizzazione dell'utente e futura ottimizzazione dell'esercizio. Il riscaldamento di nuovi edifici Minergie in futuro avverrà senza l'impiego di energia fossile, sebbene per le reti di teleriscaldamento e la copertura dei picchi di carico saranno possibili delle eccezioni. Minergie mantiene invariata l'esigenza di un ricambio dell'aria controllato, ma le esigenze verranno rese più flessibili. Minergie intende inoltre proseguire la consolidata collaborazione con l'Associazione eco-bau e per quanto riguarda la sostenibilità lavora a stretto contatto con lo Standard Costruzione Sostenibile Svizzera SNBS. I cambiamenti agli standard per gli edifici verranno ora precisati e introdotti il 1 gennaio 2017.

Le novità e adeguamenti presentati durante l'Assemblea generale hanno riscosso un ampio consenso mentre l'aperitivo conclusivo è servito per interessanti scambi di vedute e costruttive discussioni.