Novità tecniche Minergie 2020 I Basta gasolio! Anche gli ammodernamenti Minergie senza fossile

Minergie dal 2020 sarà senza fossile anche per gli ammodernamenti: la combustione di gas naturale e gasolio in edifici Minergie non è più necessaria e al passo con i tempi. Quale conseguenza, l’ammodernamento di sistema Minergie verrà leggermente adeguato. È prevista inoltre una semplificazione del monitoraggio per quanto riguarda le misurazioni dell’elettricità domestica. Il prodotto complementare ECO è stato rivisto e adattato ai più recenti sviluppi ed esigenze. Tutti gli adeguamenti, come da consuetudine, sono evidenziati in blu nel Regolamento.

I cambiamenti principali nella presentazione: Presentazione

Milton Generelli in una video-intervista: Video

Intervista con Milton Generelli


  1. Milton Generelli, parliamo un attimo delle novità principali per il prossimo anno. Cambieranno molte cose nel 2020?

    Cambiamo il meno possibile. Guardando però sempre avanti e con la giusta velocità, mantenendo il nostro ruolo esemplare per la protezione del clima – imparando anche dalle esperienze degli ultimi anni. Inoltre, dobbiamo assicurarci che i requisiti Minergie siano sempre attuali, come ad esempio l’adeguamento a nuove norme.

    Come d’abitudine vale un periodo di transizione di 12 mesi: il centro di certificazione accetta fino al 31.12.2020 incarti elaborati con il Regolamento versione 2019.1. Su richiesta giustificata, questo termine può essere prolungato in accordo con il centro di certificazione.
  2. Quali sono le novità previste?

    Già nel 2017 sono stati esclusi i combustibili fossili gasolio e gas naturale per nuovi edifici Minergie, ad eccezione per la copertura dei picchi, la cogenerazione e la quota parte fossile del teleriscaldamento. Nel caso degli ammodernamenti Minergie, gli impianti di riscaldamento a fonti fossili rappresentano ancora una quota parte pari al 15%. Nel quadro degli accordi internazionali sul clima, la Svizzera si è impegnata a portare a zero le emissioni di CO2 entro il 2050, con ambiziosi obiettivi intermedi, presenti anche nella nuova Legge sulla CO2. È quindi economicamente e ecologicamente insensato installare ancora nel 2020 nuovi impianti di riscaldamento a fonti fossili.

    Minergie perciò a partire dal 2020 non permetterà più, nemmeno per gli ammodernamenti, la combustione di combustibili fossili. Alcuni edifici continueranno così a non poter essere certificati. È però l’unica via per sviluppare soluzioni insieme agli organi decisionali pubblici e l’industria, affinché in pochi anni tutti gli edifici, senza eccezioni, potranno essere alimentati con energia rinnovabile.
  3. Minergie quindi dal 2020 sarà senza energia fossile. Mentre per quanto riguarda il monitoraggio?

    Le attuali esigenze per il monitoraggio sono in vigore dal 2017, con un alleggerimento per gli edifici Minergie-A inferiori ai 2’000 m2 da inizio 2019. Nel frattempo, sono a disposizione diversi valori di esperienza. In generale il requisito si conferma valido e i costi si riducono costantemente. Per il 2020 è attesa l’introduzione di un «Modulo Minergie monitoraggio», sviluppato in collaborazione con l’industria. Il Modulo contribuirà alla riduzione della complessità e dei costi. Da esperienza risulta invece difficile la misurazione dell’elettricità per singola unità abitativa, richiesta da Minergie per edifici plurifamiliari. Indipendentemente se le unità abitative sono in locazione o di proprietà, la misurazione e valutazione dei dati energetici è difficile per motivi di protezione dei dati e di regola comporta oneri supplementari importanti. L’utilità di questi dati per la valutazione della qualità energetica dell’edificio è bassa, mentre l’effetto sperato di visualizzazione e quindi sensibilizzazione per il singolo utente è raggiungibile in altri modi più semplici. Quindi semplifichiamo le esigenze per il monitoraggio e dal 2020 non sarà più necessaria la misurazione del consumo elettrico per singoli appartamenti. 
  4. L’ultimo adeguamento riguarda invece l’ottimizzazione dell’esercizio?

    La terza e ultima sostanziale novità riguarda l’introduzione del prodotto PERFORMANCE. L’Associazione Minergie dal 2017 offre il check del funzionamento, ovvero il SQM esercizio. Il prodotto è ideale per la valutazione di piccoli e semplici edifici residenziali, per quanto riguarda energia e comfort. Esso non prevede un’ottimizzazione dell’esercizio. L’Associazione energo è dal 2001 il Centro di competenza nazionale per l’efficienza energetica nell’esercizio degli edifici. Con una rete di partner accreditati, energo supporta i propri clienti alla riduzione dei costi d’esercizio. I prodotti di energo si indirizzano a gestori di edifici con elevato fabbisogno di energia. Il nuovo prodotto comune PERFORMANCE ha l’obiettivo di garantire il comfort, l’efficienza energetica e il mantenimento del valore di edifici certificati Minergie durante la fase di esercizio. Esso prevede un’ottimizzazione professionale dell’esercizio e si rivolge principalmente a proprietari e gestori di grandi edifici residenziali, come pure di edifici scolastici e amministrativi.

    Colgo l’occasione per ringraziarvi per l’interesse verso Minergie e il vostro impegno per un futuro energetico sostenibile con un’elevata qualità di vita.